Obbligo di abilitazione per la conduzione di natanti

L’eco che la nostra petizione sta ottenendo dalla stampa (digitale e cartacea) ci conferma che la sensibiltà all’argomento è elevata. A questo momento abbiamo superato le 500 firme in meno di due giorni e continueremo il nostro percorso.

Ad onor di cronaca, sulla base anche dei tanti commenti ricevuti, la nostra idea è quella di far si che sia necessario ottenere una patente “Light” alla stregua di quelle per la conduzione dei ciclomotori.

Stiamo pensando ad una abilitazione per la conduzione entro le 3 miglia dalla costa nella afscia delle effemeridi (alba/tramonto) e che alla teoria (ormeggio, manovre di emergenza, tipologia di navigazione nelle diverse condizioni meteo, modalità di attivazione dei soccorsi, salvaguardia ambientale) affianchi non meno di 10 ore di navigazione con istruttore.

Quella che a qualcuno può apparire come una limitazione è, a nostro parere, una misura necessaria per garantire a tutti  la libertà di andare per mare in sicurezza e nel rispetto delle regole.

Sicuramente non è la panacea, ma almeno potremmo mettere dei paletti di base per controllare un fenomeno ormai divenuto di massa.

Il mare è di tutti e va vissuto con il dovuto rispetto, senso di responsabilità e con la cognizione che comanda sempre LUI, noi siamo solo ospiti, spesso neanche tanto graditi.

Continuate a sostenerci firmando la petizione al link:

https://www.change.org/Assomare_PatenteObbligatoria

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *