, ,

Presentazione Ufficiale Assomare Italia | CCIAA SALERNO | 11.05.2023

presentazione assomare italia

Nell’ambito dei Quadri Generali del Turismo Sostenibile in Provincia di Salerno è stata presentata ufficialmente Assomare Italia – Fenailp.

PERCHE’ NASCE ASSOMARE ITALIA  

Alla base di tutto c’è un sostantivo fondamentale: aggregazione.

La nostra visione parte dalla constatazione che esistono sul territorio della provincia di Salerno realtà imprenditoriali e risorse umane altamente qualificate, con esperienza pluridecennale nel proprio settore, ma che muovendosi da sole si trovano ad affrontare ostacoli burocratici, politici, finanziari e di mercato che rendono la sfida davvero difficile.

Dare voce e soluzioni è l’obiettivo primario che ASSOMARE ITALIA si pone.

Voce in termini di rappresentanza ai tavoli istituzionali dove vengono decise le strategie produttive, commerciali e turistiche del territorio (nazionali, regionali e locali) rispetto ai quali fino ad oggi non siamo stati interlocutori primari, pur avendone la piena titolarità.

Soluzioni attraverso strategie puntuali e progetti di aggregazione condivisi che portino benefici concreti alle imprese dal punto di vista non solo economico ma anche organizzativo.

GLI SCENARI DI RIFERIMENTO

Il comparto della nautica nel suo complesso ha sviluppato un fatturato aggregato di 6,11 Mld  nel 2021 e di 7,00 Mld nel 2022. La sola cantieristica cuba 3,62 Mld nel 2021 e 4,27 Mld nel 2022.

Si tratta quindi di un trend in crescita nonostante il quadro generale dell’economia che ha presenta le note criticità.

Considerando che il parco nautico italiano è rappresentato per il 46% da imbarcazioni tra 4 e 10 metri, per il 25% fino a 12 metri e 23%fino a 18 metri, è facilmente intuibile che anche il nostro territorio riveste un ruolo economico importante, anche se la Campania dispone solamente del 4% dei posti barca italiani.

Il trend 2023 sarà prevalentemente di consolidamento sulla clientela già acquisita dal mercato, che avrà quindi bisogno di servizi tecnici, ricettività e servizi logistici.

La principale richiesta che viene dal mercato domestico è essenzialmente orientata su due elementi: il miglioramento delle infrastrutture e la sostenibilità.  

SOSTENERE L’IMPRENDITORIA

Da queste considerazioni nasce l’esigenza di aggregazione nel settore, in diretta connessione con il settore turistico di cui il turismo nautico e le attività di charter rappresentano una fetta non irrilevante, in particolare per un territorio che ha più di 300 km di costa.

Accesso al credito, finanza agevolata, economie di scala, interventi infrastrutturali, sensibilizzazione ambientale e azioni di salvaguardia dell’ambiente marino, sono tutti obiettivi raggiungibili nel momento in cui si crea una massa critica aggregata in grado di avere voce in capitolo nelle politiche di sviluppo integrate.

Il programma che intendiamo portare avanti con il nostro gruppo di lavoro si basa su pochi ma determinanti punti:

  1. Rappresentanza del settore ai tavoli istituzionali (e non) che hanno competenza in materia di Economie del Mare
  2. Interazione concreta e coordinata con il settore turistico a 360 gradi, per favorire lo sviluppo delle sinergie operative tra aziende e generare un’offerta integrata tra Turismo tradizionale e formule innovative legate al Turismo Nautico
  3. Promozione e sensibilizzazione sui temi della sostenibilità ambientale e sulla salvaguardia dell’ambiente marino in un contesto di cambiamento climatico ormai conclamato.
  4. Promozione internazionale dell’offerta commerciale, turistica e produttiva del settore
  5. Comunicazione e posizionamento Web Oriented, trasferendo sulla rete servizi, prodotti e offerte verso l’ormai famigerato Mercato Globale
  6. Innovazione di processo per introdurre nuovi modelli di organizzazione, formazione e marketing sfruttando la rete territoriale che la FENAILP ci mette a disposizione.

Al momento sono in fase di avanzata progettazione due iniziative: la prima per un campagna di sensibilizzazione per il recupero della plastica in mare e la seconda su interventi tecnologici per il risparmio idrico. Entambi i progetti verranno presentati a breve.

La prima consiliatura di Assomare Italia vede impegnati in prima linea nel consiglio direttivo:

Davide Michele Umberto Di Stefano – Presidente

Enrico Rainone – Vice Presidente

Nicoletta Petteruti – Consigliere

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *